FIRENZE GALEOTTA

HOTEL BRUNELLESCHI

                                                                                                           COMUNICATO STAMPA

 

FIRENZE GALEOTTA

San Valentino nella città del giglio sulle orme degli amanti leggendari

Il centro storico di Firenze è stato il palcoscenico di storie d’amore leggendarie di numerosi personaggi iconici del passato. Dante e Beatrice sono la più famosa di tutte e il loro luogo di incontro si trova a pochi metri dall’Hotel Brunelleschi, così come tanti altri punti della città legati a numerose coppie celebri. La settimana di San Valentino può essere il momento ideale per ripercorrere le loro storie e vivere l’atmosfera romantica della città. Per l’occasione l’Hotel Brunelleschi propone un pacchetto e due menù dello Chef Rocco De Santis.

 

A 100 metri dall’Hotel Brunelleschi si trova una cappella del 1032, la Chiesa di Santa Margherita dei Cerchi, che è comunemente chiamata Chiesa di Dante e Beatrice: qui il poeta vide per la prima volta Beatrice Portinari e si innamorò di lei perdutamente, e qui aveva occasione di incontrarla e osservarla, quando lei si recava presso le tombe della sua famiglia. Fu un amore idealizzato e non concretizzato, ma non per questo meno sentito. Oggi la chiesa custodisce la tomba di Beatrice, morta giovane nel 1291.

Non lontano, in via dei Banchi, si trova Palazzo del Mondragone, teatro dell’incontro fatale fra Francesco I de’ Medici e della nobile Bianca Cappello, entrambi già sposati. Si incontrarono in occasione di una festa e la loro storia d’amore fu lunga e rimase famosa: in seguito al periodo da amanti convolarono a nozze una volta rimasti vedovi, nel 1579. Il Palazzo di Bianca Cappello, regalatole da Francesco I negli anni clandestini per permetterle di soggiornare vicino a Palazzo Pitti, è uno dei più belli oltrarno, decorato dagli artisti di corte.

Altro colpo di fulmine con lieto fine per Vittorio Alfieri e Luisa Stolberg, presso la Basilica di Santa Croce. La contessa, sposata con Carlo Edoardo Stuart, era molto celebre nei salotti intellettuali romani e fiorentini. Conobbe Vittorio Alfieri nel 1777; negli anni riuscì ad ottenere la separazione legale dal marito e una volta rimasta vedova fu definitivamente libera di vivere alla luce del sole la sua storia d’amore con Afieri, prima a Parigi e poi a Firenze a Palazzo Gianfigliazzi sul Lungarno Corsini, dove fondò un vivace salotto letterario.

Oltrarno, davanti a Palazzo Pitti, si trova la dimora dove trascorsero 15 anni felici i poeti Elizabeth Browning e il marito, scappati dalla famiglia oppressiva di lei. Casa Guidi in Piazza San Felice fu durante la loro permanenza tra il 1847 e il 1861 un vivace salotto di intelletturali angloamericani.

Palazzo Pitti fu la dimora di Cosimo I ed Eleonora da Toledo, celebre coppia unita da un matrimonio d’amore (1539-1562). I due furono fedeli ed innamorati per tanti anni, fino alla morte di lei, insieme ebbero 11 figli e si trasferirono Oltrarno a Palazzo Pitti, costurendo i Giardini di Boboli per garantire aria salubre e verde alla famiglia.

Il quartiere Santo Spirito è il luogo legato all’amore di Ippolito Buondelmonti e Dianora de' Bardi, appartenenti a due famiglie nemiche e rivali. I due si innamorarono perdutamente ad una festa senza conoscere l’identità l’uno dell’altra. Un incipit che ricorda la storia di Romeo e Giulietta, ma con un lieto fine: grazie alla folla che accorse in loro difesa quando Ippolito fu condannato a morte in seguito ad un tentativo di matrimonio segreto, la Signoria mise a tacere i dissidi fra le due famiglie e impose la pace, permettendo ai due di sposarsi e vivere il loro amore.

 

Il pacchetto San Valentino

Valido durante la settimana da martedì 12 a domenica 17 febbraio 2019, include:

Uno o più pernottamenti in lussuosa camera o suite matrimoniale a scelta tra le tipologie disponibili, colazione giornaliera per due persone a buffet con prodotti dolci e salati nelle sale Stemma o Liberty, un dolce benvenuto in camera o in suite con pregiato cioccolato, una Cena di San Valentino per due persone bevande incluse nel romantico Salone delle Feste (a scelta tra giovedì 14 febbraio o sabato 16 febbraio), selezione di musica d’atmosfera, due accappatoi in morbida spugna per l’utilizzo durante il soggiorno, un romantico set-up personalizzato dagli ospiti scegliendo la fragranza d’ambiente ed i fiori freschi preferiti, connessione a internet wi-fi ad altissima velocità in camera o in suite e negli ambienti comuni, accesso alla sala fitness con moderne attrezzature Technogym aperta dalle ore 6.00 del mattino alle ore 21.00.

Tariffe a partire da 223,50 Euro a notte per persona.

Valido dal 12 al 17 febbraio.

 

Il menù degustazione del 14 febbraio

Tonno marinato con panna acida e broccoli

Polpo arrosto, zuppa di olive verdi e ricotta di pecora al limone

Ravioli ripieni di cacio e pepe, ragù di funghi invernali e pesto di cimette

Ombrina arrosto con spinaci saltati ed essenza di prezzemolo

La bavarese ai frutti di bosco, salsa allo yogurt, popcorn dolci caramellati

Caffè espresso e petit four, acqua minerale naturale e frizzante e caffè

 

In abbinamento:

 

Sabato 16 Febbraio 2019

Velo di vitello, yogurt e salsa tonnata

Tartare di manzo, burrata e coulis di pomodoro

Ravioli ripieni di ribollita, lardo e profumo di tartufo

Maialino da latte croccante, topinambur e carciofo arrosto

Mousse al cioccolato bianco, salsa di arance e ribes rosso

 

In abbinamento:

 

L’Hotel Brunelleschi

L’ingresso dell’Hotel Brunelleschi dà su una accogliente piazzetta del centro storico fiorentino, a pochi passi dal Duomo, da Palazzo della Signoria e dalla Galleria degli Uffizi: l’albergo è attorniato dalle vie dello shopping e dai musei più famosi della città. L'Hotel Brunelleschi ingloba nella facciata una torre circolare bizantina del VI secolo e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium di origine romana, oggi incastonato nelle fondamenta. L’Hotel Brunelleschi fa parte degli Esercizi Storici Fiorentini. L’albergo è stato rinnovato in uno stile classico contemporaneo estremamente elegante, dove predominano i colori chiari e il grigio della tipica pietra serena.

Il Ristorante Santa Elisabetta è il ristorante gourmet dell’hotel, uno degli indirizzi gastronomici più interessanti su Firenze. È stato segnalato nella Guida Michelin 2019 con il simbolo del Piatto Michelin e con 3 forchette; nella Guida del Gambero Rosso 2019 con il punteggio di 2 forchette e dalla guida gastronomica de L’Espresso con un cappello. Situato in una sala intima con solo 7 tavoli al primo piano della torre bizantina facente parte dell’hotel, alla location invidiabile aggiunge un’atmosfera ricercata e una cucina raffinata. È aperto dal martedì al sabato, dalle 19.30 alle 22.30. Ogni venerdì e sabato ospita la rassegna gourmet dei sabati enogastronomici.

Dal 2017 la proposta gastronomica dell’albergo è firmata dallo Chef Rocco De Santis. Completano la squadra il Restaurant Manager Domenico Napolitano e il Sommelier Alessandro Fè.

La più informale “Osteria della Pagliazza apre tutti i giorni dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 19.30 alle 22.30. Situata al pianterreno dell’hotel, durante la bella stagione ha anche tavoli all’aperto sulla suggestiva piazzetta antistante l’albergo, e propone un menu sfizioso di piatti dichiaratamente a base di ingredienti del territorio.

 

 

 

Hotel Brunelleschi

Via de’ Calzaiuoli – Piazza Santa Elisabetta 3 – 50122 Firenze

Tel. 055/27370 – Fax 055/219653

info@hotelbrunelleschi.it

www.hotelbrunelleschi.it

Ufficio Stampa Travel Marketing 2, Roma

Alessandra Amati Cell. 335 8111049

www.travelmarketing2.com

E-mail alessandra.amati@travelmarketing2.com

info@travelmarketing2.com

Seguici su facebook

 

08/01/2019