NUOVO ANNO NUOVI SABATI ENOGASTRONOMICI ALL’HOTEL BRUNELLESCHI DI FIRENZE

HOTEL BRUNELLESCHI

COMUNICATO STAMPA

 

NUOVO ANNO NUOVI SABATI ENOGASTRONOMICI

ALL’HOTEL BRUNELLESCHI DI FIRENZE

Nel 2019 la rassegna dei sabati enogastronomici esordisce con vini Jermann e Salcheto e due menù raffinati firmati dallo Chef Rocco De Santis

Gennaio ha in serbo 4 weekend enogastronomici per gli ospiti dell’Hotel Brunelleschi di Firenze: 4 sabati e 4 anteprime del venerdì per la rassegna che continua con successo a proporre ogni mese vini di due cantine d’eccellenza italiane ogni volta diverse, accompagnando le etichette a menù studiati dallo Chef Rocco De Santis e dal maître Domenico Napolitano. Le cene con degustazione saranno servite al primo piano della torre bizantina della Pagliazza, nell’intimo ed elegante Ristorante Santa Elisabetta che anche quest’anno è segnalato nella Guida Michelin e nelle guide principali di settore.

In gennaio due fine settimana saranno dedicati ai vini bianchi della friulana Jermann abbinati a un menù di mare con tocchi agrodolci, e due di degustazione di vini toscani Salcheto con un robusto menù di terra.

 

Sabato 5 e 19 gennaio 2019, a partire dalle ore 19.30, calici firmati Jermann, in anteprima anche i venerdì precedenti.

Per iniziare con delle bollicine:

Piccoli morsi dello Chef

accompagnati da Franciacorta Brut Blanc de Blancs Marchese Antinori, Tenuta Montenisa (85% Chardonnay, 15% Pinot Bianco)

 

Il menù degustazione:

Gambero rosso e panzanella con intesità di olive

Bottone ricotta e limone, ricci di mare e salsa di cacciucco

Triglia in crosta di pane allo zafferano, pesto di uvetta e pinoli e gel di cipolla rossa

Cannoncino ai formaggi morbidi, pere e bolle di vino rosso

 

Saranno serviti in abbinamento i vini:

Prezzo del menù: Euro 119,00 a persona, inclusi vino, acqua minerale, caffè espresso.

 

Jermann

Anton Jermann, il fondatore, lascia la regione vinicola austriaca del Burgenland e poi le vigne in Slovenia per mettere radici in Friuli Venezia Giulia, nel Collio. È il 1881. Qui continua la sua attività vitivinicola, cui Silvio Jermann, grazie alla sua genialità e fantasia, dagli anni settanta dà una svolta epocale, portando l’azienda ai vertici italiani e poi mondiali del vino. Oggi la proprietà Jermann si estende su 150 ettari di cui 130 ettari di vigneto e 20 ettari a seminativi e orticole. L’amore per la terra è la pietra miliare di questa azienda agricola, rinomata per i suoi bianchi eccezionali ma anche per i suoi rossi robusti e da tradizione.

 

Sabato 12 e 26 gennaio 2019, a partire dalle ore 19.30 un menù abbinato alle etichette della toscana Salcheto, in anteprima anche i venerdì precedenti.

Per iniziare con delle bollicine:

Piccoli morsi dello Chef

accompagnati da Franciacorta Brut Blanc de Blancs Marchese Antinori, Tenuta Montenisa (85% Chardonnay, 15% Pinot Bianco)

 

Il menù degustazione:

Tartare di manzo, tuorlo d’uovo al tartufo, lampone e crumble al finocchietto

Gnocco di patate alla salvia, genovese di agnello e spuma al Parmigiano

Maialino da latte croccante, papacella napoletana, rafano e ristretto al ginepro

Cremino al cioccolato e tè verde con sorbetto di arancia ai pepi

 

Saranno serviti in abbinamento i vini:

Prezzo del menù: Euro 109,00 a persona, inclusi vino, acqua minerale, caffè espresso.

 

Salcheto

Salcheto è un’azienda vitivinicola biologica e biodinamica, radicata nel distretto del Vino Nobile, nel sudest della provincia di Siena. 30 anni fa si trasformò da fattoria multicolturale a casa vinicola ad alto contenuto qualitativo ed innovativo, producendo vini di territorio e sangiovese sempre più improntati sulla bevibilità e la precisione aromatica, con vinificazioni integralmente senza solfiti e lieviti indigeni: i vini “Obvius” Rosso e Rosato sono fatti di sola uva fino alla bottiglia.

Salco in antico toscano è il Salice, un albero storicamente importante nei territori vitivinicoli perché coi suoi rami (il “vinco”) si legavano le viti. Salcheto è il nome del ruscello che nasce ai piedi di Montepulciano e traccia una vallata dove i salici un tempo abbondavano. Il Salice è oggi il simbolo del logo dell’azienda e dell’impegno per la sostenibilità ambientale.

 

 

L’Hotel Brunelleschi

L’ingresso dell’Hotel Brunelleschi dà su una accogliente piazzetta del centro storico fiorentino, a pochi passi dal Duomo, da Palazzo della Signoria e dalla Galleria degli Uffizi: l’albergo è attorniato dalle vie dello shopping e dai musei più famosi della città. L'Hotel Brunelleschi ingloba nella facciata una torre circolare bizantina del VI secolo e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium di origine romana, oggi incastonato nelle fondamenta. L’Hotel Brunelleschi fa parte degli Esercizi Storici Fiorentini. L’albergo è stato rinnovato in uno stile classico contemporaneo estremamente elegante, dove predominano i colori chiari e il grigio della tipica pietra serena.

Il Ristorante Santa Elisabetta è il ristorante gourmet dell’hotel, uno degli indirizzi gastronomici più interessanti su Firenze. È stato segnalato nella Guida Michelin 2019 con il simbolo del Piatto Michelin e con 3 forchette; nella Guida del Gambero Rosso 2019 con il punteggio di 2 forchette e dalla guida gastronomica de L’Espresso con un cappello. Situato in una sala intima con solo 7 tavoli al primo piano della torre bizantina facente parte dell’hotel, alla location invidiabile aggiunge un’atmosfera ricercata e una cucina raffinata. È aperto dal martedì al sabato, dalle 19.30 alle 22.30. Ogni venerdì e sabato ospita la rassegna gourmet dei sabati enogastronomici.

Dal 2017 la proposta gastronomica dell’albergo è firmata dallo Chef Rocco De Santis. Completano la squadra il Restaurant Manager Domenico Napolitano e il Sommelier Alessandro Fè.

La più informale “Osteria della Pagliazza apre tutti i giorni dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 19.30 alle 22.30. Situata al pianterreno dell’hotel, durante la bella stagione ha anche tavoli all’aperto sulla suggestiva piazzetta antistante l’albergo, e propone un menu sfizioso di piatti dichiaratamente a base di ingredienti del territorio.

 

 

 

 

Hotel Brunelleschi

Via de’ Calzaiuoli – Piazza Santa Elisabetta 3 – 50122 Firenze

Tel. 055/27370 – Fax 055/219653

info@hotelbrunelleschi.it

www.hotelbrunelleschi.it

Ufficio Stampa Travel Marketing 2, Roma

Alessandra Amati Cell. 335 8111049

www.travelmarketing2.com

E-mail alessandra.amati@travelmarketing2.com

info@travelmarketing2.com

Seguici su facebook

03/01/2019