DESTINAZIONE CUORE BIANCO DELLA TERRA

GRAND HOTEL PRINCIPE DI PIEMONTE

COMUNICATO STAMPA

 

DESTINAZIONE CUORE BIANCO DELLA TERRA

Musei, atelier, concerti, percorsi ciclabili: sono le cave di marmo di Carrara.

Una dimensione onirica nata dalla candida e celebre pietra, a pochi km dal Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio

Da sito operoso di attività estrattiva, a centro di creatività artistica e artigianale, fino a diventare luogo storico dal fascino millenario, polo culturale e didattico e meta di appassionati di paesaggi naturali, da scoprire a piedi, in bicicletta o in jeep. Questo sono le cave di marmo di Carrara, la candida pietra famosa in tutto il mondo, che ha reso altrettanto celebri anche i siti da cui è estratta. Uno spettacolo che si rinnova di stagione in stagione, assumendo colori diversi a seconda dell’ora del giorno e del momento dell’anno. Le terse giornate d’inverno regalano una vista sulle Alpi Apuane imbiancate che amplifica la visione suggestiva del panorama che dalle cave va verso il mare.

A mezz’ora di strada sulla costa, si trova lo storico Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio, che propone un’offerta agli ospiti che desiderano scoprire la zona in inverno, regalandosi un soggiorno in una suite con vista recentemente rinnovata.

 

Se si nomina Carrara, patrimonio UNESCO grazie alla sua importante e antica attività di escavazione e lavorazione del marmo, l’associazione è immediatamente quella con le cave della candida pietra divenuta famosa in tutto il mondo. Si è soliti pensare al bianco, ma le tipologie del marmo di Carrara sono ben sette, e si ricorda immancabilmente Michelangelo che vi acquistò dei blocchi per realizzare alcune sculture, ma è dal tempo dei romani che vi si estrae la pregiata materia destinata a ricostruire Roma e anche successivamente a sculture e complessi monumentali.

L’attività millenaria nelle cave, il più grande bacino marmifero del mondo, le ha trasformate in un luogo affascinante che sembra un pianeta a sé: vallate e anfiteatri di pietra bianca si susseguono regalando scorci verso il mare o sulle Alpi Apuane. Alcune cave sono visitabili, altre sono state trasformate in musei e luoghi adibiti ad eventi culturali e alla conoscenza della storia del marmo e della sua lavorazione.

La visita guidata alla Cava Museo Fantiscritti spiega proprio le fasi dell’antica lavorazione e del trasporto, un viaggio nel tempo che approfondisce anche gli aspetti sociali grazie a sculture a grandezza naturale di famiglie di minatori degli anni ’60. La cava è circondata da un paesaggio aspro e per raggiungerla si possono ammirare i ponti di Vara, l’ex ferrovia del marmo e le grotte bianche scavate nella roccia.

Per gli amanti anche dell’aspetto naturalistico, imperdibile la Cava dei Poeti, a 1240 metri all’interno del Parco delle Alpi Apuane. Vi è stato ricavato un anfiteatro per concerti e spettacoli e sulle pareti sono state scolpite frasi di poeti famosi.

Per un po’ di sport, le cave offrono l’opportunità di essere raggiunte in bicicletta dal centro di Carrara: si arriva a Colonnata dove il famoso lardo è conservato nelle antiche grotte, alle Cave di Fantiscritti, ai Ponti di Vara e alle Cave di Torano. Oppure si possono percorrere le valli che ospitano le cave con jeep 4x4.

Naturalmente alcune sono ancora attive, come la Cava 177, visitabile insieme ad un cavatore che illustra i macchinari usati per l’escavazione e la storia del marmo bianco.

Per ammirare le attività di oggi, ci sono numerosi laboratori artistici visitabili a Carrara o nei paesi circostanti, i cosiddetti paesi del marmo che si trovano lungo le valli delle cave: Codena, Bedizzano, Colonnata, Miseglia, Torano.

A Carrara si può approfondire la conoscenza artistica di ciò che è stato realizzato nel tempo con la pietra pregiata: al Museo Civico del Marmo, all’Accademia di Belle Arti con una importante collezione di marmi romani, al Carmi – Museo Carrara e Michelangelo e al Centro Arti Plastiche dove il 1° dicembre inaugurerà la mostra “La ferrovia marmifera privata di Carrara”.

 

Offerta Promo Suite

Sconto del 40% per il pernottamento in tutte le Suite e Junior Suite: Junior Suite di 32 mq con vista sulle Alpi Apuane o Suite disponibili in 5 diverse tipologie, tutte con vista mare, da 42 a 120 mq, recentemente rinnovate dall’architetto Benelli.

La Promo Suite comprende: pernottamento in suite a scelta; ingresso alla Spa, utilizzo della piscina panoramica con acqua riscaldata a 36°C; prima colazione a buffet; connessione ad internet WiFi; utilizzo dell’area fitness.

In più il Suite and More Program che include: parcheggio incluso nel Garage dell’Hotel, check-in anticipato, check-out tardo pomeriggio (su disponibilità), VIP check-in negli eleganti salotti della hall con calice di Prosecco (solo per la tipologia Suite), fiori, Champagne e frutti rossi in Suite, servizio giornaliero di cioccolato, acqua, ghiaccio, macchina per caffè espresso (Nespresso), quotidiano preferito ogni giorno, riviste gratuite, servizio di stireria e lustrascarpe all’arrivo, priorità nei servizi, garanzia del miglior tavolo al ristorante dell’albergo, un “Private Concierge” dedicato agli ospiti delle Suite che sarà a completa disposizione per ogni richiesta, consiglio o prenotazione, prima colazione esclusiva con spremuta espressa di agrumi servita nella “Veranda”.

Tariffa a partire da 332,00 Euro in camera doppia.

Valida fino al 28 dicembre.

 

 

Il Grand Hotel Principe di Piemonte

Sorto nei primissimi anni Venti, si dimostra subito dimora favorita di aristocratici, intellettuali e artisti. La sua eleganza seduce la fantasia di numerosi registi diventando teatro di prestigiose produzioni cinematografiche. Tornato all'apice del suo incanto nel 2004, dopo 19 mesi di restauro, oggi il Principe si pone indiscutibilmente tra gli Hotel storici più esclusivi e raffinati esistenti al mondo. I cinque piani, arredati in stili differenti, compiono un percorso ideale attraverso l’elegante ospitalità di ogni epoca, fino alla luminosità contemporanea della piscina sul tetto con jacuzzi e solarium, uno spazio azzurro proteso sul mare, che fonde edificio e orizzonte agli occhi dello spettatore.

I ristoranti “Piccolo Principe” e "Regina" hanno certamente reso celebre nel tempo il Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio. Gli ambienti intimi ed accoglienti, dai quali ammirare lo splendido panorama delle Alpi Apuane e del Lungomare di Viareggio, attraggono durante tutto l'anno turisti e amanti della buona cucina. La cucina del Piccolo Principe, curata dallo chef Giuseppe Mancino e premiata con 2 stelle Michelin, propone un menu in cui si fondono creatività, raffinatezza, buona tecnica e ottime presentazioni.

La Spa propone giochi d’acqua, sauna, centro fitness, massaggi, trattamenti estetici: un relax totale e assoluto, in un ambiente elegante e raffinato, per rigenerarsi nel benessere. Trascorrere qualche ora nella SPA del Grand Hotel Principe di Piemonte, è un’esperienza polisensoriale che rigenera i sensi e distende la mente.

 

 

 

 

Grand Hotel Principe di Piemonte

Piazza Giacomo Puccini, 1, 55049 Viareggio (LU)

Telefono:0584 4011 – Fax 0584 401803

info@principedipiemonte.com –- www.principedipiemonte.com

Ufficio Stampa Travel Marketing 2, Roma

Alessandra Amati Cell. 335 8111049

www.travelmarketing2.com

E-mail alessandra.amati@travelmarketing2.com

info@travelmarketing2.com

Seguici su facebook

27/11/2018